Orari: 9.00-18.00 Lun-Ven

l pazienti che si sottopongono all’intervento di rinoplastica, nella maggior parte dei casi chiedono di correggere la gibba del dorso nasale. Questo è un problema estetico ben noto, molto sentito da chi ne è affetto e che può essere risolto con l’intervento di rinoplastica.

La riduzione del gibbo (o gobba del dorso nasale) è quasi sempre una parte fondamentale della rinoplastica estetica. In particolare, a seguito della riduzione dell’eccesso dorsale, è importante ricostituirne la continuità ossea e cartilaginea. La tecnica più usata fino a qualche tempo fa era la rimozione diretta del gibbo dorsale; questa procedura a volte poteva generare irregolarità, piccole deformità e insellamenti del dorso, con conseguente necessità di reintervenire in un secondo tempo, per correggere eventuali difetti generati dal primo intervento. Oggi vi presentiamo la Preservation Rhinoplasty o Rinoplastica Conservativa. Questa tecnica innovativa, che siamo in grado di offrirvi, cambia totalmente l’approccio alla rimozione del gibbo. Possiamo sicuramente classificarla come la rinoplastica 3.0 e considerarla la terza rivoluzione della rinoplastica moderna.

preservetion-rhinoplasty

Quali vantaggi porta la rinoplastica conservativa

Il fatto che alla parola rinoplastica venga associato il termine conservativa, indica chiaramente l’obbiettivo di questa tecnica innovativa: lo scopo della Rinoplastica Conservativa è il miglioramento dell’estetica con un approccio meno invasivo di quello tradizionale, preservando i canoni di una bellezza naturale e  senza intervenire con modalità che stravolgerebbero il nostro viso.

Nella Rinoplastica Conservativa, la gibba viene rimossa dalla base. Questo procedimento elimina la possibilità che si possano presentare delle irregolarità e che in futuro sia necessario un secondo intervento correttivo. Per quanto riguarda la Rinoplastica  Conservativa della punta del naso, viene attuato un rimodellamento con tecniche avanzate di sutura che prevedono meno riduzione di cartilagine rispetto al passato.

Come Funziona la rinoplastica conservativa

Per capire i principi della Preservation Rhinoplasty, dobbiamo cercare di immaginare il naso come se fosse un palazzo molto alto, i cui ultimi piani costituiscono la gibba. La tecnica tradizionale non faceva altro che eliminare gli ultimi piani del palazzo con la necessità di ricostituire l’integrità del tetto, in questo caso osteo-cartilagineo.

rinoplastica-conservativa

Con la Preservation Rhinoplasty, anche detta Rinoplastica Conservativa, riusciamo a ridurre l’altezza del dorso con un intervento, che agisce internamente e alla base (Let Down) conservando l’integrità del dorso. Questa                           innovativa modalità di intervento, oltre ad essere un’ulteriore evoluzione tecnica del precedente approccio, ha apportato vantaggi notevoli quali:

  • Quasi totale assenza di dolore
  • Possibilità di respirazione immediata attraverso le narici
  • Ridotte ecchimosi
  • Intervento in day hospital
  • Risultati estremamente naturali.
  • Rapido ritorno alle normali attività lavorative.

Parlando di questa tecnica innovativa, è importante puntualizzare che in una certa percentuale di pazienti, è ancora necessario intervenire usando la tecnica tradizionale, che comunque può giovarsi positivamente dell’approccio più conservativo della Preservation Rhinoplasty .

Un altro aspetto importante è rappresentato dal fatto che le incisioni vengono eseguite internamente, con assenza di cicatrici esterne e se necessario permettono un accurato rimodellamento anche della punta.

Per concludere, possiamo affermare che la Preservation Rhinoplasty rappresenta oggi un grande traguardo e ci permette di ottenere risultati naturali con trauma operatorio estremamente ridotto.

Leave a reply