Orari: 9.00-18.00 Lun-Ven

Rinoplastica

Il dott. Ottaviani, seguendo il moderno concetto di rinoplastica, opera il naso cercando di conservare le strutture osteo-castilaginee di sostegno per dare risultati naturali e adatti alle caratteristiche somatiche del viso. Oggi lo stato dell’arte della rinoplastica, si basa sul rispetto dell’integrità anatomico-funzionale dell’organo (ottimizzazione della respirazione nasale) contestualmente al miglioramento estetico. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere il risultato più naturale possibile, in accordo con le richieste del paziente.

INTERVENTO

Eseguiamo la rinoplastica in anestesia generale con una notte di degenza in clinica. Nella maggioranza dei casi non sono necessarie cicatrici esterne, tranne in rari casi e nelle rinoplastiche secondarie. Normalmente facciamo un rimodellamento della punta e/o trattamento del dorso con o senza frattura della piramide ossea.

POST INTERVENTO

Facciamo controlli periodici dopo qualche giorno e fino a 6 -12 mesi dall’intervento. Si fanno anche foto del pre e post-operatorio. Mandiamo a casa il paziente il giorno seguente, senza tamponi e con un piccolo tutore che togliamo dopo 7-10 giorni dall’intervento.
Il post-operatorio è praticamente privo di dolore.

DOMANDE FREQUENTI

Quale anestesia è consigliata per l’operazione?
Abitualmente si usa l’anestesia generale ma in casi particolari la rinoplastica si può eseguire in anestesia locale con una leggera sedazione.

Quanto tempo dura il risultato dell’operazione?
Il risultato è definitivo.

Qual è il tempo di riposo consigliato dopo l’operazione?
E dopo quanto si può riprendere un’attività sportiva?
Il paziente deve osservare un periodo di riposo di almeno una settimana e rinunciare alle attività sportive per un mese.

Quali sono i rischi connessi all’operazione?
Rischi specifici possono essere eccessivo sanguinamento post-operatorio e retrazioni cicatriziali indesiderate.

Quante visite di controllo sono necessarie dopo l’intervento?
Due o tre nella prima settimana e controlli mensili successivamente.

Prima dell’operazione è necessario seguire dei particolari accorgimenti?
No.

Ci sono periodi dell’anno in cui è più consigliabile l’operazione?
No.

Ci sono limiti di età per sottoporsi all’intervento?
Si può affrontare la rinoplastica a sviluppo completo avvenuto.

È possibile intervenire nella stessa operazione di rinoplastica per risolvere problemi estetici e respiratori?
Certamente, anzi le moderne tecniche di rinoplastica prestano attenzione primariamente alla conservazione di una buona funzionalità respiratoria o al suo miglioramento: quindi l’aspetto estetico e una buona respirazione non dovrebbero mai essere valutati separatamente.

Quante sono le tecniche di operazione di rinoplastica? E quali quelle consigliate?
Le tecniche operatorie di rinoplastica sono innumerevoli, perché ogni naso è diverso dagli altri e richiede l’uso di una tecnica operatoria specifica. Per semplicità si può dire che le tecniche operatorie di base possono essere considerate due: quella che prevede incisioni interne (abitualmente da noi usata nelle rinoplastiche primarie) e quella con una piccola incisione cutanea alla base del setto (che noi usiamo nelle rinoplastiche secondarie).

Il laser può sostituire l’intervento chirurgico di rinoplastica? E in caso affermativo con gli stessi risultati?
Il laser non ha indicazioni e non è usato nella rinoplastica.

Da che cosa in particolare è data la gran variabilità della degenza e della guarigione completa dopo l’operazione di rinoplastica?
Intanto bisogna chiarire che non c’è grande variabilità nella degenza e nella guarigione dopo una rinoplastica, normalmente i pazienti sono dimessi il giorno dopo l’intervento, il tutore rimane per una settimana e la guarigione avviene nell’arco di circa 1 mese.

 

Dr. Antonio Ottaviani

Chirurgo Plastico, PhD

Dr. Luca Quadrini

Medico Estetico