Orari: 9.00-18.00 Lun-Ven

Addominoplastica

Con l’addominoplastica otteniamo un rimodellamento completo dell’addome, eliminando il grasso e la pelle in eccesso e dando tono alla parete muscolare. La pelle ed il grasso in eccesso, uniti al rilassamento dei muscoli retti addominali, possono associarsi in vario modo causando un aspetto disarmonico.

E’ L’INTERVENTO INDICATO PER TE?

L’accumulo di grasso nella regione addominale e dei fianchi è tipico delle persone in sovrappeso mentre l’eccesso di pelle può essere il risultato di un eccessivo dimagrimento, di una gravidanza o essere legato ad altri fattori. Il rilassamento della muscolatura addominale può essere costituzionale o legato all’età, a gravidanze o pregressi interventi chirurgici. 

L’INTERVENTO

Eseguiamo l’intervento in anestesia generale con una degenza di 2 giorni. L’incisione è simile a quella del cesareo,  ma leggermente più lunga e dipende dalla quantità di pelle da asportare; sarà comunque facilmente nascosta dal bikini. Abitualmente facciamo una plicatura dei muscoli retti dell’addome per correggerne il rilassamento.

DOPO L’INTERVENTO

Al termine dell’intervento lasciamo due drenaggi che rimuoviamo dopo 48 ore. È opportuno un periodo di riposo a casa per almeno 7 giorni,  dopo di che si potranno riprendere le normali attività; lo sport dopo circa 2 mesi. Il risultato è definitivo. È assolutamente necessario smettere di fumare 3-4 settimane prima dell’intervento.

DOMANDE FREQUENTI

Quale anestesia è consigliata per l’operazione?
L’addominoplastica viene eseguita in anestesia generale.

Quanto tempo dura il risultato dell’operazione?
Il risultato è definitivo, a meno che non intervengano fattori imprevisti come un aumento ponderale incontrollato.

Qual è il tempo di riposo consigliato dopo l’operazione? E dopo quanto si può riprendere l’attività sportiva?
Si consiglia una ripresa graduale delle normali attività dopo 15 giorni dall’intervento e un ritorno alle attività sportive dopo non meno di un mese.

Quali sono i rischi connessi all’operazione?
I rischi sono quelli comuni a tutti gli interventi chirurgici, più quelli specifici come infezione, ematoma, sieroma, necrosi cutanea, ecc.

Quante visite di controllo sono necessarie dopo l’intervento?
Non c’è un numero predeterminato di visite post-operatorie: abitualmente i pazienti vengono seguiti con controlli a distanza di tre giorni, una settimana e poi mensilmente fino ad un anno di distanza dall’intervento, o più a seconda delle necessità individuali.

Prima dell’operazione è necessario seguire dei particolari accorgimenti?
Nessuna precauzione particolare, tranne la sera prima, fare un pasto leggero e non ingerire altro dopo la mezzanotte.

Ci sono periodi dell’anno in cui è più consigliabile l’operazione?
Non ci sono periodi più indicati di altri, se non per preferenze personali.

Ci sono limiti di età per sottoporsi all’intervento?
È abbastanza intuitivo che, parlando di un intervento piuttosto gravoso, bisogna tener conto come sempre delle condizioni del paziente, che devono in ogni caso essere ottimali e non sottoporre ad addominoplastica pazienti in età troppo avanzata.

In presenza di forte sovrappeso, l’operazione di addominoplastica è comunque consigliabile?
In presenza di eccessi ponderali importanti, prima di sottoporre il paziente a qualsiasi intervento, devono sempre essere valutate le condizioni generali e calcolato l’indice di massa corporea; eventualmente la scelta migliore può essere una dieta.

È possibile eliminare le smagliature dall’addome?
Le smagliature in quanto tali non possono essere cancellate, ma in molti pazienti candidati all’addominoplastica, che presentano smagliature nel lembo addominale inferiore, queste saranno eliminate con la cute in eccesso asportata.

Qual è la dimensione delle cicatrici dopo un’operazione di addominoplastica?
Sono molto visibili?
Normalmente la cicatrice è un po’ più lunga di quella di un taglio cesareo e con una tecnica particolare riusciamo a mantenerla in una posizione molto bassa, in modo tale da poterla agevolmente nascondere sotto il bikini; è presente inoltre una cicatrice praticamente invisibile all’interno dell’ombelico.

Se ti stai chiedendo se è questo l’intervento giusto per te, vieni a trovarmi in uno dei miei studi di Roma, Milano e Torino e fissa un appuntamento. Potremo stabilire insieme se sia il caso di ricorrere a questo tipo di operazione o se per te potrebbe essere più adatta una soluzione diversa.

Dr. Antonio Ottaviani

Chirurgo Plastico, PhD

Dr. Luca Quadrini

Medico Estetico